Home » » Tarkna2017, quando lo sport fa rima con amicizia

 

Tarkna2017, quando lo sport fa rima con amicizia

Un gruppo di calciatori tarquiniesi diventa simbolo di valori positivi di squadra, condivisione e collaborazione. Il motto si ispira ai principi dell’amico prematuramente scomparso Gabriele Piva, il grande Toto’s

TARQUINIA - Non conoscono barriere politiche, né steccati ideologici. Ma solo un’unica, grande parola: l’amicizia. Sono i ragazzi del Tarkna2017, una squadra di calcio  che a Tarquinia è ripartita per un nuovo campionato, ma che soprattutto rappresenta l’emblema del grande potere dello sport: quello di unire e di trasformarsi in vero simbolo positivo. 
A sottolinearlo è una concittadina che di calcio se ne intende veramente; cresciuta con il suo papà (esponente di spicco del calcio tarquiniese) a pane e schemi di gioco. 
Recentemente, dopo il risveglio da una improvvisa malattia, ha riscoperto il Tarkna e la grande umanità dei tanti ragazzi che ne sono iscritti. Giovani e meno giovani che prima di essere una squadra di giocatori sono soprattutto amici. (Agg. 30/11 ore 11.50) segue

IL RACCONTO. «Quando mi sono risvegliata dalla mia malattia ho capito tanto cose. – racconta - Soprattutto ho capito l’energia che mio padre metteva nel confrontarsi con i ragazzi; nell’esortarli a crescere insieme senza violenza, ma nel massimo rispetto dell’altro. Lui è stato un grande, perché ci credeva: ha fatto della sua vita un gioco di palloni. A me diceva sempre: ‘’Ragiona come un 4-4-2’’. Nel senso: ma dove vogliamo andare da soli? Se tu prendi una palla e vuoi arrivare a porta, con tutta la rabbia che puoi mettere, tu riceverai rabbia, perché ce ne saranno tanti che avranno lo stesso fine, e ti troverai un muro davanti. Il gioco di squadra, invece, è quello che vince: tanti, ma allo stesso tempo una persona sola che persegue un obiettivo e vince la partita. Nella vita è uguale: - nel lavoro, con il marito, la moglie, i figli -: sbagli, a volte perdi, poi ricominci. Perché un fallimento non esiste. È solo un punto, necessario, per poi iniziare a scrivere una nuova pagina. Quindi il messaggio è chiaro: vai sempre avanti. Ebbene, loro, i ragazzi del Tarkna, sono un esempio reale di tutto questo. Sono di diverse età e quando stanno insieme parlano di calcio, condividono momenti veri di amicizia: chiaro esempio che la vita va vissuta, non dietro un telefono, ma concretamente. Sono giocatori, prima di tutto amici, fuori e dentro il campo di calcio. E questa è la cosa più bella. Il loro motto è legato alla grande amicizia che li ha legati al prematuramente scomparso Gabriele Piva, ‘‘Prima amici, poi giocatori’’. Una frase immensa: perché essere amico di qualcuno significa amarlo profondamente ed andare oltre tutti i difetti che può avere. Amo la squadra del Tarkna, ciò che questi ragazzi dimostrano. Vedo una squadra piena di energia e vorrei che Tarquinia, invece di soffermarsi sulle polemiche sterili che popolano il nostro quotidiano, desse maggiore risalto a realtà come quelle del Tarkna. Andiamo a vedere una partita del Tarkna, anche se non ci piace il calcio, ma come vero esempio di energia positiva».
«Mentre Tarquinia vacilla tra le polemiche politiche, la mancanza di lavoro e tanti altri argomenti che scorrono sui social, - afferma - su un paese che non riesce a prendere la carica da nessuna parte, c’è ed esiste un lato positivo che ci dimentichiamo di mettere spesso in evidenza: lo sport, che ha sempre elevato le potenzialità delle persone, che ha trasformato caratteri deboli in forti e coraggiosi, che ha portato orgoglio anche nelle sconfitte, mettendo i ragazzi in condizione di potersi esibire senza mai indietreggiare, migliorandosi completamente, tramite l’allenamento, salvando la loro vita dalle cose futili che a volte travolgono in gioventù.  Tarquinia pullula di sport: ci sono palestre di ballo, di ritmica, di arti marziali, per non dimenticare quello che unisce Tarquinia e l’Italia: il calcio. Nel 2017 è rinata una squadra sotto il motto di un giovane, Gabriele Piva, prematuramente scomparso: “Prima amici poi giocatori”.Dopo 10 anni (la squadra era stata costituita la prima volta nel 2007), sei persone, veri angeli senza ali hanno deciso di dedicare il loro tempo e il loro cuore ad un nuovo obiettivo, ottenendo un grande riscontro, e formando un’associazione calcistica alimentata da un obiettivo comune: l’amicizia, nella vittoria e nella sconfitta.  Un progetto in onore del grande ‘Toto’s’ per poter continuare a far sognare tante persone di età diverse, per portare avanti con coraggio, passione, professionalità e saggezza il volere di questo ragazzo che oggi riposa in pace a Tarquinia. Allenamenti costanti portano molte vittorie che esulano dal fattore età, basta avere passione tecnica e voglia di confrontarsi con gli altri. È iniziato il campionato 2018/2019 e per questa squadra io dico Forza Tarkna, siete un meraviglioso esempio. In prossimità delle feste vi auguro un buon natale e un campionato scoppiettante. #osasemprequalcosadidegnoperteeperglialtri».
Le partite: ottava giornata, andata: Asd Tarkna 2017 - Lovere Vetralla 1928 ‪sabato 1 dicembre‬ ore 10,30 campo comunale Bonelli; Nona giornata andata: Asd Tolfa calcio2004-AsdTarkna2017 ‪sabato 8 dicembre‬ ore 15,30 Tolfa; Decima giornata, andata: Asd Tarkna 2017- Amatori Capranica81 ‪sabato 15 dicembre‬ ore 17,15 campo comunale Bonelli; Undicesima giornata, andata: Asd Tarkna2017 - Pol. Fulgur Tuscania calcio ‪sabato 22/12‬ campo comunale Bonelli Tarquinia. (Agg. 30/11 ore 12.45)

I NOMI. I nomi: Fabio Amantini presidente, Emiliano Ferri, vicepresidente e giocatore, Alessio Coppola allenatore (mister) giocatore, Davide Simeone: dirigente- giocatore, Stefano Conversini dirigente e giocatore, Stefano Pascucci: dirigente e giocatore. Giocatori: Andrea Alquati, Lorenzo Angeletti, Gino Benedetti, Francesco Bergonzini, Valerio Brunori, Enrico Campolongo, Mirko Casali, Manuel Catini, Stefano Cea, Luca Cedrini, Federico ‪Clementino‬, Carmine Esposito, Paolo Ferri, Marco Ferri, Sergio Foroni, Manuele Andrea Ghedini, Alessandro Iorio, Leonardo Massa, Marco Mazzacane, Fabrizio Moscetti, Benedetto Palma, Luca Parissi, Giulio Piccioni, Simone Puccioni, Pasquale Piccolo, Giuseppe Piferi, Delio Maria Piras, Michael Piras, Marco Pompilio, Daniele Rosati, Luca Rossi, Fabrizio Santori, Angelo Savina, Alessio Sciacca, Roberto Stefani, Claudio Totonelli, Mauro Valeri, Andrea Vallorani, Nicola Vernice. (Agg. 30/11 ore 13.10)
 

LA LETTERA

Una cittadina  elogia la squadra
«La vita è un grande e meraviglioso gioco del  4 - 4 - 2»

''Ciao ragazzi...
Nasco tanti anni fa da un grande uomo del calcio, allenatore e presidente del Tarquinia calcio (mio padre).
Cresco con la sua più grande passione: il pallone , i suoi giocatori che lui chiamava «I suoi ragazzi». Presto il calcio divenne un nostro punto in comune, che ci univa. Anche se piccolina nei nostri piccoli spazi mi portava con sé alle partite e agli allenamenti. Parlava con me, sorridendo, delle formazioni; di come far venir fuori dai suoi ragazzi le loro potenzialità; di come farli crescere in un contesto pulito, facendoli diventare amici con un obiettivo comune. Devo dire la verità, sono stata gelosissima di quanto tempo e cuore dava a loro e non a me, finché un giorno, durante una trasferta, mi spiegò, nella sua semplicità, cos’era la frase che indispettendomi mi ripeteva da sempre: «La vita è un grande e meraviglioso gioco del 4-4-2». Ho sempre pensato che fosse una frase così, detta tanto per dire, ma il suo significato lo aveva già messo in tutta la sua vita, vincendo, non solo nel gioco, ma anche in tutto ciò che viveva, soprattutto in famiglia. Come? Avendo un’ottima difesa, compatta che non lasci entrare nulla che ti ferisca, perché le radici (la tua famiglia) sono compatte e forti. Avanzando nel percorso di crescita, ponendo al centro amici che diventino tutt’uno con te,  avendo lo stesso obiettivo, la voglia di confrontarsi, di affidarsi, andando oltre a tutti gli ideali politici e razziali e che ti aiutino a capire chi sei, che ti incoraggino a guardare in faccia le tue paure, quelle stesse che un giorno capirai che non hanno vinto e che ti portano il meglio dei sorrisi che hai e che ti facciano crescere perché, da soli, non si va da nessuna parte. Fino a portarti a trovare la complicità, quando, nel momento del bisogno, qualcuno a fianco a te ti prende la palla e ti aiuta a fare il goal nella vita. Il gioco del calcio, come tante discipline sportive, abbassano in noi quell’arroganza di essere sempre i primi, di capire che ci sono mille modi per affrontare un avversario ed imparare il rispetto di non colpire perché ci si sente forti; di rallentare, rispettando il tuo compagno o scattare quando è in difficoltà. Cari ragazzi, quello che voi mi avete regalato, inconsapevolmente, è una decisione profonda, un esempio, una piccola rinascita di quella stella che brilla per me e per gli altri e che dà alle persone la voglia di ricominciare. Vi auguro un buon campionato, con uno scritto che mi accompagna da anni: «Scegli i tuoi pari, scegli sempre amici che siano ali forti per cui spiccare il volo, che ti aiutino a rinascere anche quando fa male, per riscoprire chi sei e renderti una persona migliore, scegli chi ti affronta a brutto muso per troppo affetto, chi ti urla addosso ma alla fine resta, scegli chi non ti incatena all’immobilità del suolo, ma disegna per te un altro pezzo di cielo, chi fa promesse e le mantiene, chi tradisce le proprie aspettative perché non c’è altro modo di onorare la vita nella sua imperfezione, scegli chi ti cambia gli occhi e te li restituisce, mostrando un modo diverso di guardare le cose; scegli chi ti spinge a lottare, a rialzarti, a crescere e sperimentare, chi inventa ogni giorno colori con l’incoscienza di mescolarli perché nulla fa più coraggiosi come la capacità di rompere gli schemi, scegli chi ti fa paura e poi scegli chi ti fa venire la voglia di vincerla. Buon campionato 2018/2019 Grande Tarkna2017”. 
(agg. 30/11 ore 13.45)

(30 Nov 2018 - Ore 11:50)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy