Home » » Paesaggi rurali storici: prosegue l’iter

 

Paesaggi rurali storici: prosegue l’iter

Tolfa Sopralluoghi e indagini del dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Roma Tre nel territorio agro-silvo pastorale
Avanti i lavori per l’iscrizione al registro nazionale. Lavori in stretta collaborazione con l’amministrazione 

TOLFA - Sopralluoghi e indagini del Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Roma Tre nel paesaggio agro-silvo-pastorale di Tolfa. 
Proseguono i lavori per l’iscrizione al Registro Nazionale dei Paesaggi Rurali Storici.
A seguito dell’accordo di collaborazione tra il Comune di Tolfa e il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Roma Tre, un gruppo di ricerca composto da architetti, paesaggisti, pianificatori e agronomi, ha dato inizio allo studio e alle analisi necessarie per l’iscrizione del territorio tolfetano nel Registro Nazionale dei Paesaggi Rurali Storici. 
La ricerca dovrà dimostrare a una commissione del MiPAAF la storicità del paesaggio agro-silvo-pastorale di Tolfa attraverso uno studio storico-bibliografico e un confronto diacronico tramite sistemi di rilevazione GIS delle trasformazioni avvenute all’interno dell’area candidata tra il 1950 e il 2015. 
«Stiamo lavorando sul paesaggio da più punti di vista – spiega il responsabile scientifico del progetto di ricerca, l’architetto Giorgia De Pasquale – stiamo consultando testi e cartografie storiche, somministrando interviste agli abitanti di Tolfa, e stiamo parallelamente individuando le permanenze degli usi del suolo tramite sistemi digitali di fotointerpretazione, sia su foto aeree scattate nel dopoguerra, sia su quelle attuali. Con tutti questi dati raccolti speriamo di poter dimostrare all’Osservatorio Nazionale del Paesaggio Rurale che il territorio di Tolfa, grazie alla sua tradizione di usi civici, ha preservato in maniera straordinaria gli elementi identitari del suo paesaggio». 
I lavori proseguono in stretta collaborazione con l’amministrazione comunale che ha supportato da subito tale iniziativa, perché questo riconoscimento permetterebbe di aumentare la riconoscibilità del territorio e favorirebbe l’accesso alle misure del Psr da parte di tutti i soggetti coinvolti nella gestione del territorio. 

(07 Ott 2019 - Ore 20:07)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy