Home » » Olmetto,il 4 gennio un incontro tra lottisti

 

Olmetto,il 4 gennio un incontro tra lottisti

L'appuntamento alle 16 alla Parrocchia San Nicola in via del Sole 4. Diverse le criticità e perplessità individuate tra i documenti approvati dall'amministrazione per la costituzione del consorzio

LADISPOLI – Appuntamento il 4 gennaio pomeriggio alle 16 alla Parrocchia San Nicola in via del Sole 2 per discutere del piano di lottizzazione della frazione Olmetto e mettere in evidenza quanto approvato dall'amministrazione Grando, relativamente al progetto. Come già scritto nei giorni scorsi, sono diversi i punti che ad oggi non convincono alcuni dei proprietari della zona. Tra le criticità riscontrate, come spiega Massimo Renna, c'è la delibera 51/2019. Nella delibera si dice che “nel caso non si raggiunga l'adesione al consorzio nella misura di almeno il 75% del valore catastale dell'intero comparto il Comune entro tre mesi procede all’escussione delle somme dovute dai proprietari delle aree del P.d.L., di cui alle somme previste e contenute nell’atto di notifica al fine di realizzare le opere e le infrastrutture pubbliche del Piano di Lottizzazione di cui alla Relazione tecnica ( Tav.1 ) e preventivo di spesa ( Tav. 1 bis ) in allegato”. «Questo significa – spiega Renna - che chiedono di firmare un atto d’obbligo senza sapere se il Consorzio sarà fatto dai lottisti o dal Comune e che se i lottisti non raggiungeranno il 75% il Comune potrà inviare cartelle esattoriali chiedendo tutto l’importo che gli sarà notificato (che minimo dovrebbe essere 17€/mq. …entro 3 mesi dalla lettera che invierà il Comune, ma potrebbe essere tranquillamente superiore a 20€/mq. Questa clausola potrebbe mettere in ginocchio molte famiglie, oltre ad essere palesemente iniqua». Dubbi anche sull'atto unilaterale d'obbligo che il comune chiede di firmare: “Le ditte sottoscrittrici si obbligano per sé e per ogni avente causa a qualsiasi titolo con rinuncia espressa ad ogni opposizione giudiziale e stragiudiziale, fino al completo assolvimento degli obblighi assunti attestato da parte del Comune”. «In questa formulazione, troppo ambigua, significa firmare che fino a quando il Comune non attesterà che il singolo ha assolto tutti gli impegni che lui o il Consorzio avranno deliberato, il lottista non potrà fare causa al Comune o al Consorzio (neanche in sede stragiudiziale) per qualsiasi delibera o determina o modifica verrà approvata, per un periodo che, potenzialmente è di 10 anni. Altri comuni lo scrivono ma in maniera molto meno ambigua. Peraltro l’atto prevede che si firmi senza avere consegnati i documenti ma semplicemente per presa visione dal sito dove però (in Amministrazione Trasparente – Governo del Territorio) non sono disponibili da circa un anno». C'è poi la tavola numero 6 sulla quale «il Comune ha fatto importanti affermazioni, ed è fondamentale prendere visione di cosa essa sia oggi in quanto dovrebbe essere in contrasto con un’altra Tavola per cui debbono specificare chiaramente questa cosa che è rimasta ambigua. Questo assume ancora più gravità visto che il PdL Olmetto manca da un anno dalla sezione Amministrazione Trasparente (Governo del Territorio) ed è un PdL vigente (vedi allegato). Mi sento di affermare che Trasparenza è un vocabolo che per Olmetto ha assunto significati difficilmente condivisibili. Non sono stati comunicati in forma ufficiale (ma neanche non ufficiale) ed inequivocabile parametri di riferimento fondamentali come, ad esempio, il valore Imponibile Catastale complessivo sulla base del quale saranno calcolate le tabelle millesimali e che pure dovevano essere fra i documenti consegnati ma che dovremo pagare. Abbiamo più volte comunicato al Comune – spiega ancora Renna - che ci sono errori (in tutti i sensi) rispetto alla Tav delle sanatorie e molti di noi che presentarono le osservazioni non le hanno mai viste discusse. Le regole del gioco fondamentali sono troppo permeabili ad eventuali errori. Continua a non comprendersi se e come la VAS possa influire il nostro percorso visto che, dopo l’approvazione della Delibera di Consiglio, sono stata approvate due Determine, addebitate a noi, che debbono produrre documenti funzionali all’assoggettamento a VAS del PdL. E su questo preferisco non procedere ma dovrebbe essere fatta chiarezza se la DdC sia stata approvata con tutta la documentazione necessaria adeguatamente aggiornata. Anche perchè è un ano che il Comune affida incarichi in forma diretta, addebitandoli a noi, ma non riusciamo a comprendere cosa producano nonostante gli accessi agli atti, probabilmente perchè gli atti ufficiali che dobbiamo pagare non ci vengono consegnati ancorchè ufficialmente richiesti». Da qui l'invito rivolto a tutti i lottisti di partecipare alla riunione di domani.

(02 Gen 2020 - Ore 16:16)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy