Home » » Non è in regola con i vaccini: alunna rispedita a casa

 

Non è in regola con i vaccini: alunna rispedita a casa

Il fatto in una scuola dell'infanzia di Cerveteri

SONIA BERTINO

CERVETERI - É arrivata a scuola accompagnata dai suoi genitori ma non le è stato permesso di entrare. Il motivo: non era in regola con le vaccinazioni. Il fatto è successo nei giorni scorsi alla scuola dell’infanzia a Cerveteri. Un diniego quello del personale scolastico e del dirigente che a quanto pare non sarebbe piaciuto ai genitori tanto che inizialmente avevano anche pensato di “occupare” l’ufficio della dirigenza scolastica fino all’arrivo del preside. Alla vista dei genitori “ribelli” la scuola ha così deciso di chiamare le forze dell’ordine che però alla fine non sarebbero servite a risolvere la faccenda. I genitori hanno infatti deciso di lasciare la sede della scuola di loro iniziativa. Fatto sta che ora l’alunna non potrà frequentare la scuola dell’infanzia (diverso il caso per un’altra bambina non vaccinata ma frequentante la primaria che potrà comunque frequentare), a meno che la famiglia non si metterà in regola con quanto previsto dalla legge. «Il mio - ha spiegato il dirigente scolastico - non è un atto che vuole andare a impedire alla bambina di frequentare la scuola, ma vuole essere un gesto protettivo nei confronti di tutti gli altri bambini, in particolar modo di quanti a causa di patalogie, non possono essere vaccinati e dunque risultano essere più deboli nei confronti degli altri compagni di classe. É chiaro, però, che nel momento in cui i genitori provvederanno a vaccinare la bimba - ha aggiunto il preside- la scuola sarà ben disposta ad accoglierla». Nonostante, insomma, la circolare operativa del Ministero della Salute, dica chiaramente che, “per i servizi educativi per l’infanzia e le scuole dell’infanzia, incluse quelle private non paritarie, i minori risultanti “non in regola con gli adempimenti vaccinali”, i cui genitori non presentino documentazione idonea a dimostrare - viceversa - la regolarità della loro posizione, decadranno dall’iscrizione”, il dirigente ha assicurato ai genitori che i termini dell’iscrizione non decadranno.
 

(19 Set 2019 - Ore 08:57)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy