Home » » «Sono tranquillo, massima fiducia nella magistratura»

 

«Sono tranquillo, massima fiducia nella magistratura»

CERVETERI. Parla il sindaco Gino Ciogli all’indomani del blitz dei Carabinieri nell’ambito dell’inchiesta aperta su un Piano integrato
Undici le persone indagate su disposizione del sostituto procuratore Del Giudice. Perquisizioni a politici, avvocati e commercialisti. L'ipotesi di reato è corruzzione con l'aggravante del concorso tra più persone

CERVETERI - «Sono tranquillo e ho massima fiducia nella magistratura e nella giustizia che sicuramente chiarirà le posizioni di ciascuno. Io ho sempre agito per il bene della città». Interviene così il sindaco di Cerveteri Gino Ciogli all’indomani dell’avviso di garanzia che lo vede indagato nell’ambito di un’inchiesta circa una delibera di Piano Integrato della società Cafire per la costruzione residenziale privata che di contro prevede la cessione al Comune di una scuola di 20 aule. L’operazione è scattata giovedì mattina ed è proseguita per tutto il giorno con decine di perquisizioni, su disposizione del sostituto procuratore Lorenzo Del Giudice e ad opera dei Carabinieri del nucleo operativo di Cerveteri. La Procura, secondo quanto appreso ha ipotizzato il reato di corruzione con l’aggravante del concorso tra più persone. Secondo quanto emerso - l’inchiesta è infatti coperta da segreto istruttorio -, si starebbe accertando anche  se sia avvenuto un giro di denaro come detto dall’esponente del Pdl Salvatore Orsomando. I militari giovedì hanno bussato nelle abitazioni delle  undici persone indagate e poi hanno raggiunto gli studi professionali di alcuni indagati. Sequestrati anche documentio e pc in Comune. A votare la delibera in questione erano stati , oltre al presidente del consiglio comunale Ramazzotti, anche altri 14 consiglieri. Coinvolti nella vicenda infatti il primo cittadino, il presidente del consiglio comunale Lamberto Ramazzotti, altri politici, ed anche avvocati e commercialisti locali. L’indagine è ancora in corso. Bocche cucite da parte dei Carabinieri. Intanto Ciogli non si sbilancia sulla possibilità di abbandonare prima la carica di primo cittadino: «Questo non dipende da me - ha dichiarato - Continuerò a svolgere il mio lavoro. Cerveteri ha sicuramente bisogno di un’amministrazione che lavori e che si occupi del bene della città».

(25 Nov 2011 - Ore 21:07)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy