Home » » Via delle Azalee, è scontro

 

Via delle Azalee, è scontro

Il Movimento Civico punta il dito contro Grando. Il sindaco Grando: «Il contratto sottoscritto dalla loro amministrazione prevedeva anche che il comune li dovesse restituire al proprietario ripristinati nello stato in cui erano prima dell'inizio della locazione»

LADISPOLI – Sugli ex locali della Polizia locale in via delle Azalee è scontro tra amministrazione e Movimento civico Ladispoli città. Il nodo del contendere: il pagamento dell'affitto al proprietario dei locali utilizzati come comando della Polizia locale fino all'avvenuto trasferimento degli agenti della municipale nella nuova sede comunale in via Vilnius. Ad aprire lo “scontro” con l'amministrazione il Movimento civico Ladispoli città che contesta la delibera di Giunta approvata dalla maggioranza per il pagamento dell'affitto. «Nel maggio scorso – spiegano -, su Centro Mare Radio, il Sindaco si soffermò sul pagamento dei canoni di affitto della ex sede dei vigili urbani, in via delle Azalee, affermando che il proprietario “non riceverà un soldo, dovrà fare causa e se la vincerà, faremo appello”. Sempre nell’ottica di evitare critiche su spese che l’Ente potrebbe risparmiarsi, e che invece continua ad effettuare. È notizia di queste settimane che con deliberazione della Giunta comunale N° 194 del 15/10/2019, invece, il Comune è giunto ad un accordo transattivo con il proprietario del fabbricato, ex sede dei vigili urbani. Un locale che, come ribadisce la stessa deliberazione, era rimasto inutilizzato per mesi. Per via delle Azalee n. 4 il Comune corrispondeva la somma complessiva di euro 9.989,02 mensili (6.594,02 mensili per la locazione del piano terra e 3.395,00 mensili per la locazione del piano interrato). Con nota prot. n. 54923 del 27.11.2018 ha comunicato ai proprietari dell’immobile di voler recedere dalla locazione per il previsto trasferimento del Corpo di Polizia Locale in Via Vilnius e che il ridetto immobile sarebbe stato riconsegnato entro il 28/2/2019, libero da cose e persone. Con la deliberazione n.194 il Comune, invece – proseguono - autorizza a liquidare ai proprietari la somma onnicomprensiva di euro 28.000,00 in due rate, di cui la prima, pari ad euro 14.000,00 entro il 31 ottobre 2019 e la seconda, di pari importo, entro il 28 febbraio 2020, come se i locali, dopo la “disdetta”, fossero rimasti in uso al Comune. Cosa che non è avvenuta. La questione diventa ancor più ingarbugliata leggendo che, tale transazione, nasce da una proposta avanzata dalla stessa amministrazione comunale, negando totalmente quanto Grando aveva detto alla radio». Immediata la replica del Sindaco ai consiglieri d'opposizione: «In realtà larga parte dei 28mila euro spesi dal Comune – spiega Grando – sbandierati dalla ineffabile coppia di consiglieri comunali, sono una eredità lasciata dalla coalizione di centrosinistra di cui loro facevano parte. I cittadini già sanno che quando si è insediata l'attuale amministrazione uno dei primi interventi è stato quello di andare a sollecitare l'ultimazione della struttura di via Vilnius, in modo da consentire il trasferimento del comando della Polizia locale e interrompere il fiume di denaro pubblico che usciva dalle casse municipali a causa del contratto di affitto stipulato dai nostri predecessori, che costava alla collettività circa 10mila euro al mese. Quello che il gruppo Ladispoli città non dice – prosegue Grando – è che il contratto sottoscritto dalla loro amministrazione prevedeva anche che il Comune dovesse restituire al proprietario i locali di via delle Azalee ripristinati nello stato in cui erano prima dell'inizio della locazione. I tecnici hanno quindi quantificato la spesa in 20mila euro, che sono stati liquidati al proprietario affinché provvedesse autonomamente al ripristino. Altri 8mila euro sono stati transati e spesi per il restante periodo periodi di utilizzo dell'edificio dove, in attesa di trovare un'altra collocazione, sono stati custoditi per circa 3 mesi materiale sequestrato e una parte dell'archivio che non avevano trovato spazio in via Vilnius. La mia amministrazione – prosegue Grando – per il periodo in cui sono stati utilizzati i locali di via delle Azalee dopo lo spostamento della Polizia locale ha corrisposto ai proprietari della struttura la somma di 8mila euro, da contratto sarebbero dovuti essere 38.396 euro. Altro spreco di denaro pubblico. L'epoca in cui il Comune di Ladispoli buttava i soldi dala finestra e regalava soldi ai privati è finita con la gestione del centrosinistra. I cittadini – conclude il primo cittadino – hanno imparato a conoscere questi esponenti delle opposizioni che invece di avanzare proposte costruttive continuano a gridare allo scandalo senza motivo, venendo smentiti dalla realtà dei fatti».
 

(22 Nov 2019 - Ore 09:04)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy